cookiesQuesto sito e gli strumenti di terze parti da esso utilizzati si avvalgono di cookies.
Continuando a navigare accetti il loro uso.

 

L'angolo della grafica       P.I. 06242230487

5 maggio 2017

Le ultime pagine

04 Aprile 2018
03 Aprile 2018
28 Marzo 2018
27 Marzo 2018
19 Marzo 2018
14 Marzo 2018
12 Marzo 2018
08 Marzo 2018

Il mio diario     Indice completo

Parte il Giro d'Italia...

Doodle per il 100° Giro d'Italia

...il 100° Giro d'Italia!

 

A dir la verità, non sono una grandissima fan del ciclismo, tuttavia devo ammettere che il Giro d'Italia ha il suo fascino: mi fa pensare alla fatica (chiaramente mi riferisco al ciclismo "pulito", non macchiato dal doping), alle salite, alla folla accalcata ai lati della strada per seguire i propri beniamini (un paio di volte, tra quella folla, c'ero anch'io!), all'Italia che sogna nel dopoguerra, a Marco Pantani, pirata che ci ha appassionato tutti, ma morto troppo presto in circostanze poco chiare...

Ma soprattutto, sarà che son fiorentina, mi fa pensare a uno dei miei eroi: Gino Bartali (detto Ginettaccio, mi ha sempre fatto tanto ridere questa cosa!), campione in sella e soprattutto nella vita.
Non tutti lo sanno, ma Bartali, fervente cattolico, durante la guerra trasportò, all'interno della sua bicicletta, dei documenti falsi per aiutare gli ebrei ad avere una nuova identità e durante l'occupazione nazista nascose, in una cantina di sua proprietà, una famiglia ebrea fino all'arrivo degli Alleati. Per questo nel 2013 (meglio tardi che mai!) è stato dichiarato Giusto tra le nazioni (nella motivazione dello Yad Vashem si legge che Bartali, cattolico devoto, nel corso dell'occupazione tedesca in Italia ha fatto parte di una rete di salvataggio i cui leader sono stati il rabbino di Firenze Nathan Cassuto e l'arcivescovo della città cardinale Elia Angelo Dalla Costa). Per approfondire, potete leggere la scheda completa su Bartali dal sito dello Yad Vashem.

In generale, su Wikipedia, rimando alla pagina su Gino Bartali, sullo Yad Vashem e sui Giusti tra le nazioni; inoltre consiglierei una visita al Museo del Ciclismo Gino Bartali, ahimé poco conosciuto...

Per concludere in bellezza (!), non poteva mancare l'omaggio del grande Paolo Conte, con questo video tratto da YouTube (mi è piaciuto perché, come ha scritto chi l'ha pubblicato "La voce di Paolo Conte che canta del grande campione fa da colonna sonora ad alcune immagini relative all'Italia del secondo dopoguerra e alla sua voglia di ricominciare"):

 

E ora tutti a pedalare!
L'angolo della grafica

Ti è piaciuta questa pagina? Allora condividila! (Grazie...!)

 

 

Doodle by Google

Se, come me, sei un curiosone, puoi visitare l'archivio dei doodle di Google!

Per altre informazioni su cos'è un doodle, puoi leggere anche la relativa pagina di Wikipedia.

Logo di Google per i doodle!

L'angolo della grafica
Web & Graphic Design

info@langolodellagrafica.it
Modulo di contatto

P.I. 06242230487

Licenza Creative Commons Ove non diversamente specificato, quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Il permesso per altri utilizzi può essere richiesto a info@langolodellagrafica.it.
Per ulteriori dettagli visitare la pagina dei credits.

Designed with and by Elisa Valle, thanx to JoomShaper.
Powered by Joomla!, a Free Software released under the GNU/GPL License.
L'angolo della grafica is not affiliated with or endorsed by the Joomla! Project or Open Source Matters. The Joomla! logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.